top of page
salus x lo sport.jpg
Salus per lo sport

L’approccio integrato che fa bene alla salute e alla performance

Lo sport fa bene? Dipende.

 

Se non ci si cura delle conseguenze dello stress biomeccanico sulle articolazioni e i muscoli del corpo, se non si sa quando bisogna insistere e quando invece fermarsi, se si segue una dieta o si assumono integratori non adatti, allora lo sport non fa bene. Anzi, fa danni.

 

La pratica sportiva ad ogni livello, infatti, rappresenta una materia complessa in cui interagiscono diversi fattori che, se non gestiti e combinati in modo corretto tra loro, possono non solo impedire all’atleta di raggiungere i risultati desiderati, ma anche mettere in pericolo la sua salute, sia nel breve che nel lungo termine.

 

Da diversi anni il Centro Salus assiste gli sportivi sia dal punto della prevenzione e della preparazione che del recupero funzionale. Ci siamo così resi conto che talvolta manca una reale consapevolezza dell’impatto che lo sport può avere sul proprio corpo.

 

Per questo abbiamo deciso di creare Salus per lo sport, un progetto integrato con cui mettiamo a disposizione degli sportivi di tutti i livelli un’equipe di professionisti con diverse competenze, un punto di riferimento sicuro affinché ogni atleta possa ottenere dallo sport il meglio, aumentando le proprie prestazioni, prevenendo gli infortuni e traducendo la propria pratica sportiva in una reale occasione di salute e benessere.

I nostri principi

L’impatto sull’organismo

Il modo in cui si pratica sport interagisce con tutto il nostro organismo e anche una semplice dieta o dei banali esercizi in palestra possono incidere su comparti del nostro corpo apparentemente estranei, come per esempio il sistema ormonale. Se questo è importante per lo sport a livello amatoriale, tanto più lo è quando si raggiungono una frequenza e un’intensità più elevate, come nel caso dei dilettanti o degli atleti per professione.

 

Salute e performance

Talvolta, nello sport professionistico e non solo, pur di raggiungere il risultato si cede alla tentazione di sacrificare la salute, senza considerare che solo un atleta sano è in grado di migliorare la performance nel lungo termine e di mantenerla. I risultati migliori si ottengono trovando il giusto punto di equilibrio tra tutti i fattori in gioco, dal corretto allenamento, ai tempi dedicati al riposo, all’alimentazione e all’integrazione più adeguate.

 

Prevenzione

Lavorare in modo integrato significa anche prevenire danni alla salute sia nel lungo che nel breve termine. Nel lungo termine, significa sia allungare la carriera sportiva che avvantaggiarsi dei benefici che la pratica sportiva porta con sé. Nel breve termine, vuol dire prevenire gli infortuni evitando di dovere correre ai ripari quando ormai il danno è fatto, perdendo occasioni, interrompendo la carriera, costringendosi all’inattività per periodi più o meno lunghi.

 

Personalizzazione

Ogni sportivo deve sempre essere considerato nella sua unitarietà e specificità.

È importante quindi essere consapevoli che non esiste una dieta universale, così come non esistono integratori che vadano bene per tutti, ma che entrambi gli aspetti devono essere valutati in funzione del tipo di sport, delle caratteristiche individuali, degli obiettivi che si vogliono ottenere.

 

Gestione dell’infortunio

Di fronte a un infortunio, spesso l’indicazione è di interrompere del tutto la pratica sportiva, con conseguenze anche molto negative sull’atleta, sia in termini di benessere generale, che di carriera, se professionista. Ogni misura tuttavia deve sempre essere proporzionata agli obiettivi e alle condizioni della persona. Talvolta, in presenza di certi tipi di infortunio, si può continuare ad allenarsi, seppure in modo diverso, nonostante il sintomo.

A chi si rivolge

 

A tutti gli sportivi, normodotati e disabili, che praticano sport a ogni livello: amatoriale, dilettante, professionistico.

Professionalità e area di intervento

Coordinamento e triage

Annalisa Tirelli - osteopata

Giovanni Torcianti - osteopata

Cristiana Ricciulli – medico nutrizionista

Enrico Tamassia - dottore in chimica e tecnologie farmaceutiche

 ​

​Area osteopatica

Annalisa Tirelli - osteopata

Giovanni Torcianti - osteopata

  • ​Osteopatia

  • Osteopatia pediatrica

  • Bilancio neuro vegetativo

  • Riequilibrio endocrino

  • Rilancio energetico

  • Recupero posturale

 

Area nutrizionale

Cristiana Ricciulli - medico nutrizionista​

  • Terapia bionutrizionale

  • Visita medica nutrizionale e piano settimanale personalizzato

  • Integrazione naturale

​​

Area integrazione

Enrico Tamassia - dottore in chimica e tecnologie farmaceutiche

Area ortopedica

Isacco Vitaliano Barberio - chirurgo spec. in ortopedia e traumatologia

Area posturologia

Ruggero Silingardi Seligardi - kinesiologo e preparatore atletico

Come lavoriamo

 

Triage iniziale

Lo sportivo viene preso in carico e si raccolgono tutte le informazioni necessarie alla stesura del programma. 

Inizia il percorso

Partendo dall’analisi preliminare, si inizia il percorso stabilendo dei controlli periodici per la verifica dei risultati e l’eventuale rimodulazione del programma in corso d’opera, avendo la cura di limitare e ottimizzare gli appuntamenti presso il Centro Salus necessari allo scopo.

 

Un unico punto di riferimento, meno stress

Fin dal primo momento, l’atleta troverà in Salus per lo sport un unico punto di riferimento che si fa carico della gestione del programma in tutti i seguenti aspetti:

  • il passaggio delle informazioni da un medico all’altro: gli specialisti del Centro coinvolti nel programma saranno sempre aggiornati sulle misure messe in atto senza che l’atleta debba preoccuparsi di farlo personalmente. Qualora la situazione lo richieda, potrà essere sempre il Centro Salus a trasferire le informazioni necessarie a eventuali strutture o medici esterni, evitando così dispersioni di dati. informativa sulla privacy;

  • organizzazione degli appuntamenti: l’agenda sarà fissata in modo tale che l’atleta possa concentrare, per quanto possibile, più visite o sedute terapiche in un solo appuntamento;

  • continua disponibilità: in caso di dubbi o necessità, gli specialisti coinvolti nel programma sono sempre disponibili per un consulto anche telefonico.

bottom of page