Il rischio di caduta

Aggiornamento: 18 lug


I disturbi dell'equilibrio sono molto comuni tra i pazienti anziani e sono responsabili di cadute e fratture, portando talvolta ad esiti catastrofici e costituiscono un grave problema sanitario e sociale. Circa un terzo dei pazienti anziani e circa il 50% dei ricoverati, over 75, soffrono di questa particolare condizione, con almeno una caduta all'anno e quasi il 50% di questi con episodi ricorrenti. In genere il sesso femminile è più colpito di quello maschile.


Data la grande incidenza, dovrebbero essere fatti celeri tentativi per accertare la causa sottostante del disequilibrio, portando quindi a un trattamento specifico. Tuttavia, molti pazienti anziani non presentano una sola malattia, ma una moltitudine di condizioni mediche che possono causare vertigini, squilibrio e instabilità: effetti dell'invecchiamento, farmaci, disturbi cardiovascolari e neurologici, malattie oculari e ortopediche.

Dopo la diagnosi differenziale, il trattamento consiste principalmente nella somministrazione di farmaci (farmaci antiemetici e soppressori vestibolari) e soprattutto nella riabilitazione vestibolare (fisioterapia ed esercizi vestibolari).


Dott.ssa Francesca Girasole, fisioterapista


Equilibrium disorders in elderey: diagnostic classification and differential diagnosis

Alessandro Castiglione, Claudia Aimoni, Giovanni Scanelli

March, 2010

Biblio: Rischio caduta (3°)

14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Le vertigini