Orecchie e vie respiratorie

OMEOPATIA

I rimedi naturali per alleviare i sintomi della bronchite

Omeopatia, fitoterapia, agopuntura, aromaterapia possono offrire un valido aiuto per la cura dei sintomi sia della bronchite acuta che cronica. Ma devono sempre essere affiancate dalle terapie della medicina convenzionale

La bronchite è una malattia delle vie aeree in cui la superficie mucosa dei rami bronchiali superiori dei polmoni si infiamma. Mano a mano che la mucosa irritata si gonfia e diventa più spessa, restringe o chiude le sottili vie aeree, il che determina degli accessi di tosse accompagnati da catarro e difficoltà respiratorie. Può comparire in  due forme: acuta e cronica.

La bronchite acuta di solito è di origine virale ma a volte è causata da batteri. È caratterizzata da tosse secca e produzione di catarro giallo, bianco o verde, che spesso compare 24/48 ore dopo l’inizio della tosse. È accompagnata inoltre da febbre, brividi, indolenzimento e costrizione al petto, dolore anche sotto lo sterno durante la respirazione profonda.

La bronchite cronica, tipica dei forti fumatori, è una patologia seria a lungo termine che richiede regolari terapie mediche. I suoi sintomi sono tosse persistente con produzione di catarro giallo, bianco o verde per almeno tre mesi consecutivi in un anno, affanno e fiato corto.

Diverse terapie alternative possono essere usate per completare, ma mai per sostituire le cure di un medico convenzionale. Di seguito elencherò una serie di rimedi naturali che possono aiutare ad alleviare alcuni sintomi della bronchite acuta e cronica, ma non curano le infezioni.

Omeopatia

Per la bronchite acuta e cronica si possono prendere i seguenti rimedi 3 volte al giorno, per 4 giorni o meno:

ACONITUM (6CH) per febbre, tosse, costrizione al petto

KALIUM BICHROMICUM (6CH) per il catarro bianco fluido, tosse e irritabilità

PHOSPHORUS (6CH) per il calo della voce, tosse, sete e mal di gola

Per rinforzare il sistema immunitario e proteggersi contro le infezioni, si può assumere sotto controllo medico vitamina A, le vitamine del complesso B, C ed E insieme a selenio e zinco. Si dovrebbero inoltre evitare i nutrienti che favoriscono la produzione di muco contenuti principalmente nei latticini, nei farinacei raffinati e nei cibi conservati.

Fitoterapia

Il trifoglio rosso viene prescritto come espettorante e per la tosse. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie ed espettoranti, aiuta a rimuovere il catarro dai polmoni. È disponibile sfuso in forma essiccata o come tintura. A dosi eccessive, può causare mal di stomaco e diarrea. Non si può usare in gravidanza e in patologie tumorali estrogeno dipendenti.

Agopuntura

Associata alla tecnica della coppettazione e moxibustione della medicina tradizionale cinese, l’agopuntura può aiutare a rimuovere il catarro.

Aromaterapia

Gli oli essenziali come l’eucalipto, l’isoppo, l’anice, la lavanda, il pino e il rosmarino possono aiutare a facilitare la respirazione e a migliorare la congestione nasale.

Ti potrebbe interessare anche:

L’osteopatia come efficace terapia coadiuvante del trattamento della bronchite cronica

Come curare la bronchite acuta in modo naturale limitando l’uso dei farmaci

 

Scopri di più