Allergie

Home>News>Allergie
OMEOPATIA

Affrontare le allergie con l'omeopatia: il Th2

Il rimedio omeopatico che rafforza il sistema immunitario aiutando a contrastare le allergie

La malattia allergica può essere vista in modo schematico come uno squilibrio immunologico che coinvolge primitivamente e prevalentemente i linfociti Th, che sono suddivisi in due categorie, Th1 e th2. Questi ultimi, in particolare, sono responsabili della produzione di immunoglobuline E (Ige), la caratteristica immunologica tipica dell’allergico.

Uno dei rimedi più utilizzati dall'omeopatia nella cura dei pazienti allergici è il Th2, un preparato che agisce regolando il sistema immunitario.

È composto da:

  • INTERLEUCHINA 2 (4 ch)
  • INTERLEUCHINA 4 (30 ch)
  • INTERLEUCHINA 6 (30 ch)
  • KLEBSIELLA PN (6 ch)
  • CANDIDA ALBICANS (6 ch)
  • BENZOCHINONE (6/12/30 dh)
  • FORMICA RUFA (6/12/30 dh)
  • MANGANUM GLUCONICUM (4 dh)

Si usa prevalentemente come terapia di base per le malattie allergiche cosiddette "atopiche": dermatite atopica, rino-congiuntivite, asma bronchiale allergica, reazioni allergiche a punture d'insetti e al veleno degli imenotteri, allergia e ipersensibilità a farmaci e alimenti, orticaria, angioedema, disturbi gastrointestinali e anafilassi.

La sua somministrazione deve proseguire almeno per 60 giorni, meglio se a ridosso dell'inizio della sintomatologia.

Nel caso dell'allergia ai pollini di graminacee si potrà iniziare a febbraio-marzo. Se si tratta invece di antigeni perenni, come gli acari, sono consigliabili due cicli terapeutici, uno in primavera e uno in autunno.

In caso di orticaria ed eczema topico si dovrà ricorrere a un impiego più prolungato da 60 a 120 giorni.

Il Th2 può essere associato con altri rimedi omeopatici preparati in modo specifico per il paziente, con sintomatici o drenanti.

Scopri di più