Pediatria e adolescenza

Valutazione posturale con pedana stabilometrica

Che cos’è la pedana stabilometrica

Uno strumento che permette di studiare la strategia posturale del paziente e quali movimenti egli debba compiere per mantenere l’equilibrio.

Come funziona

Misura la posizione media del centro di gravità del corpo e i suoi piccoli movimenti di aggiustamento. Tramite appositi test standardizzati e l’elaborazione informatica di tali dati, viene anche quantificato il contributo delle varie componenti del sistema posturale: vestibolare, visiva, propriocettiva, occlusiva e cervicale.

A cosa serve

Per la diagnosi dei disturbi dell’equilibrio (vestibolopatie periferiche o centrali, disturbi cerebellari, lesioni corticali, disturbi dell’apparato visivo, malattie osteo-articolari).

Per monitorare le terapie riabilitative e farmacologiche (come indagine non invasiva indicata per valutare l’influenza di alcuni farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale).

In ambito medico-legale, per stabilire l’effettiva autenticità di disturbi riferibili a colpi di frusta cervicali o a altre cause.

In fase riabilitativa, in relazione alle problematiche evidenziate dai test.